23 feb 2008

roger peyrefitte

.... i loro insulti
equivalgono al più assordante
degli applausi.....

roger peyrefitte- scrittore

Alcuni suoi libri: dal vesuvio all'etna

le ambasciate

le chiavi di San Pietro

le amicizie particolari










20 feb 2008

bambino soldato

"Troppo spesso, nei Paesi dove andiamo
a cercare l'acqua,
troviamo solo fucili"

Ban Ki moon segretario generale dell'ONU










17 feb 2008

LUCIO PICCOLO di CALANOVELLA:SE NON SIAMO FIGURE


Se non siamo figure

Se non siamo figure di specchio

che un soffio conduce

senza spessore ne suono

pure il mondo dintorno

non è fermo ma scorrente

parete dipinta,

ingannevole gioco.

equivoco d'ombre e barbagli.

Forme che chiamano e negano un senso. (da gioco a nascondere)

LucioPiccolo di Cavanovella, cugino affiatatissimo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa- nato a Palermo nel1901-morto a Capo d'Orlando 1969







16 feb 2008

lavoro

Lavoro:il maggior nemico dei lavoratori
non è il "padrone" ma il "parassita"!
anonimo








15 feb 2008

SAN FAUSTINO



buon San Faustino a tutti i "SINGLES" per scelta o per incidente di percorso!











Vi ricordo che oggi è la giornata m'illumino di meno!Ricordarsi di spegnere luci ecc.... dalle ore 18,alle 18,30!


13 feb 2008

SAN VALENTINO _LETTERE D'AMORE DI NAPOLEONE

Ti mando 3 baci
uno sul cuore
uno sulla tua bocca
e uno su i tuoi occhi.
Napoleone


Mi sveglio colmo dite.Il tuo ritratto e il ricordo dell'enebriante serata di ieri non hanno concesso riposo ai miei sensi.Dolce ed incomparabile Giuseppina,che strano effetto voi fate sul mio cuore!Siete adirata?Siete triste?Siete inquieta?L'animo mi si spezza dal dolore, e non v'è tregua per il vostro amico......Ma ancor di meno per me per quando consequendovi al sentimento profondo che mi domina,attingo dalle vostre labbra,dal vostro cuore,la fiamma mi arde.Questa notte ho capito pienamente che voi non siete il vostro ritratto!tu parti a mezzogiorno,ti vedrò tra tre ore.Nell'attesa,mio dolce amor,accogli un migliaio di baci;non restituirmeli poichè il sangue mi brucerebbe.
B.P ore 7 del mattino 1795? *
Dalle lettre di Napoleone Bonaparte a Giuseppina








09 feb 2008


Noi occidentali decisamente non amiamo i topi quali sinonimo = sporcizia come per il maiale ed altre specie animali ancora.Il topo invece in CINA gode di grande considerazione e rispetto e vi racconto il perchè!La tradizione o se meglio preferite la leggenda racconta , come fù per Noè che chiamò gli animali per salvarsi dal diluvio, che il Buddha morente chiamò gli animali per salutarli per ultima volta.Buddha chiama tutti gli animali, ma solamente in numero di 12 si presentarono al suo richiamo per salutarli per l'ultima volta, e decise come premio di fedeltà ed anche per impostare l'anno lunare e con i loro nomi di premiarli in misura dell'ordine di presentazione al suo richiamo.UN topo , il furbo, fù il primo con il suo velocissimo arrivare che con il suo squittire cerco di destarlo dai torpori della morte , arrivò secondo il bue, poi la tigre, il pacifico coniglio,il drago, sesto il serpente, il 7 cavallo, la pecora,l astuta nona scimmia, il pappagallo dal piumaggio sgargiante e variopinto il fedele cane e come dodicesimo ed ultimo arrivò il maiale, lì lì per l'ultimo respiro del Buddha.Il furbo e velocissimo topo, ingaggio una lotta senza quartiere con il bue ,secondo arrivato, arrampicandosi sul dorso, mordicchiandolo con gli aguzzi suoi dentini, e cosi martoriandolo ritardò la sua strada per andare verso il Buddha ..... e conseguenzialmente tutti gli animali arrivarono affannati e tardi....!



06 feb 2008

capodanno cinese e Vietnamita

I Cinesi iniziano oggi a festeggiare il loro "CAPODANNO" che è anche la "festa di primavera" o CHUNJIE , e il loro capodanno è come il nostro Natale per scambio di doni e riunioni famigliari.Quest'anno è l'anno del "TOPO"-elemento terra- wuzi(tronchi celesti) dominato da Saturno.Nelle grandi città durerà 3 giorni, nelle campagne invece si festeggerà per ben 2 settimane, ma si concluderà tra 15 giorni con la "FESTA DELLE LANTERNE".Il capodanno cinese coincide con la costellazione dell'acquario,secondo il loro calendario che segue le fasi lunari.Il calendario lunare risale al 2637 A.C, quado l'imperatore HUANG TI introdusse il primo ciclo del suo zodiaco,l'unità di misura del suo sistema è un ciclo di 60 anni,suddivisi in cicli di 12 anni , nel 2008 comincerà l'anno Buddista 2552,solo nel 1911 i Cinesi hanno adottato il nostro calendario gregoriano.Il loro zodiaco è composto da 12 segni, corrispondenti ad animale che a loro volta vengono abbinati ai 5 elementi,legno,fuoco,metallo,legno,terra.Lo zodiaco cinese risale al '600 d.c .Entrando nel 2008 i cinesi hanno lasciato l'anno del maiale e sono entrati nel segno del "topo- shu" e le persone nate sotto il segno del topo sono dotati di fascino, hanno carisma,, notevoli capacità d'attrarre l'altro sesso,grandi lavoratori,, pazienti,lucidi,amano i viaggi e le novità, è un pò superbo ecc...I Cinesi per il capodanno che rappresenta la festa più importante del loro calendario, si spostano anche da lontanissime provincie sperdute,per incontrare amici, parenti, scambiarsi doni, ma la centralità della festa consiste nell'onorare "GLI ANTENATI",confuciani e Buddisti si ritrovano per antichi riti,ricchi di processioni che si snodano di cortile in cortile portando in processione i simulacri degli avi, insieme cercano di centrare i"buchi" di un grande incensiere con monete,,faranno girare i cilindri buddisti con le mani cosparse d'incenso ecc... questi gesti,ripetuti in tutte le provincie, unitamente all'imperante colore rosso dagli abiti ,ai festoni,alla tavola ecc..,si consumano cibi antichissimi,,tutto ha un sapore leggendario,infatti viene tramandato che per scacciare "NIAN" ."NIAN" è un mostro che puntualmente usciva ad inizio d'anno dagli abissi per razziare in villaggi animali ed esseri umani.Nian è descritto come un vecchiaccio,caratterizzato da fluenti baffi bianchi.Gli stipiti delle case dei locali degli edifici sono imbandierati di striscie di carta rossa con ideogrammi, si ci veste rigorosamente di rosso, si fanno scoppiare petardi che una volta avevano supporti di bambù, ora è vietato usarlo,sappiamo che i Cinesi sono millenari maestri nell'arte di costruire fuochi d'artifici.Le strade sono invase da una folla straripante , bancarelle colme di "CHULIAN",strscie di carta di riso rosse con stampigliato l'ideogramma"FU"=FORTUNA,strisce con stampigliato l'ideogramma "NA" propriziatorio di un buon raccolto di riso,alimento base della loro alimentazione,altre striscie propriziatorie per l'abbondanza,oppure rappresentanti divinità protetrici del focolare.Gli alberi di pesco, narcisi,peonie inneggiano alla primavera in arrivo.In questo primo giorno dell'anno per le strade si danza in particolar modo si fà la danza dei dragoni, i dragoni fanno danze sensuali,la danza è in onore dell'imperatore ,i giocolieri s'isibiscono, molte persone indossano maschere in cartapesta di curatissima fattura,si suonano tamburi e gong per scacciare gli spiriti del male, si fanno le ombre cinesi di origine molto antica, teatrini ambulanti di marionette si spostano da provincia in provincia della vasta Cina, raccontando la vita quotidiana e avventure contro i demoni a i quali sono rivolti antiche magie e popolari racconti..Culmine della festa è un banchetto che riunisce tutti i parenti ed amici,i cibi hanno tutti una valenza simbolica,si mangiano i"JIAOZI",ravioli di carne a forma di mezza luna,cotti a vapore e nascosta tra di loro c'è nascosta una monetina d'oro,è come la monetina che usano nascondere i Greci di rito ortodosso per il loro capodanno nella "vassilopita".Nella tavola del banchetto non deve mancare un grosso pesce che deve essere consumato in abbondanza, l'anatra laccata,carne di pollo cotta in svariati modi,i biscotti della fortuna,datteri e castagne per propriziare la fertilità o l'arrivo di un figlio ecc.....! Sei del segno topo shu?

Se volete ricettina cinese veloce e fattibile a casa:Pollo alle noci su il mio blog di cucina http://zenzero2.blogspot.com/


03 feb 2008

GOETHE:CARNEVALE ROMANO

....Goethe diceva che il carnevale non era una festa che si offriva al popolo,ma che il popolo regalava a se stesso,dove il mondo si rovesciava,si beffeggiavano le autorità, il servo diventava padrone e il padrone servo.E Roma festeggia con i "MOCCOLETTI"

01 feb 2008

morti sul lavoro


Oggi degli operai si parla solo
quando muioiono sul lavoro!
Francesca Comencini